Even if we spent just a couple of days in Barcelona, we didn’t miss the chance to stroll around the city for visiting the most iconic masterpieces of the Spanish architecture. Our itinerary was the following.

Nonostante il nostro soggiorno a Barcellona sia durato solo un paio di giorni, non abbiamo perso l’occasione di passeggiare per la città, visitando le più iconiche opere dell’architettura spagnola. Il nostro itinerario è stato il seguente.

1. Casa Batlló
2. La Pedrera
3. La Sagrada Familia
4. Park Güell

Casa Batlló

The architect Antoni Gaudi carried out the restoration of the building in 1904, by changing the inter and outer appereance. His style is inspired by the nature observation, in all its purity. Indeed, you may notice that the roof is inspired by the coloured fish scales.

L’architetto Antoni Gaudì si occupò della restaurazione dell’edificio nel 1904, cambiandone sia la facciata esterna, sia l’aspetto interno. Il suo stie è ispirato dall’osservazione della natura in nella sua purezza. Infatti, potete rendervi conto che il tetto della casa è ispirato alle colorate squame dei pesci.

La Pedrera

La Pedrera – named like this by the locals – was originally called Casa Milà. The building is characterized by an outstanging undulating façade that evokes the stone waves. The attic space on the last floor traces the architect’s researchs and secrets.

La Pedrera – così soprannominata dai locali – era in origine chiamata Casa Milà. L’edificio è caratterizzato da una magnifica facciata ondulata che evoca delle onde di pietra. L’attico all’ultimo piano ci mostra le tracce delle ricerche e dei segreti dell’architetto.

La Sagrada Familia


The Sagrada Família was built by Antoni Gaudí and today it has become one of the symbols of Barcelona. This unique modern church has been under construction since 1882 and is expected to be completed by 2026. During his lifetime, Gaudí completed the crypt and the Nativity façade at the side, that have been declared a World Heritage Site.

La Sagrada Familia è stata costruita da Antoni Gaudì e oggi è diventata uno dei simboli di Barcellona. In questa chiesa moderna sono in corso lavori di costruzione dal 1882 e si attende il loro completamento entro il 2026. Durante la sua vita, Gaudì ha completato la cripta e la facciata della Nascita, che è stata oggi dichiarata un patrimonio dell’Unesco.

Park Güell

When creating the Park Güell, Antoni Gaudì was attempting to create a housing estate in natural setting, in the old village of Gràcia: a property development project commissioned by his patron Eusebi Güell. The architect’s vivid imagination is revealed in the different elements such as the famous dragon covered in coloured broken-ceramic pieces and the the hypostyle hall, an impressive space comprising 86 columns which underpins the above floor.

Nella creazione di Park Güell, Antoni Gaudì cercò di creare un complesso residenziale in un ambiente naturale nel vecchio quartiere di Gràcia: un progetto di sviluppo edilizio commissionato dal suo capo Eusebi Güell. La vivida immaginazione dell’architetto è rintracciabile in differenti elementi come il famoso dragone ricoperto di piastrelle in ceramica e la sala ipostila, uno spazio che comprende 86 colonne le quali sorreggono il piano superiore.

 

For more info: Visit Barcelona  //  Per maggior informazioni: Visit Barcelona

If you would like to know more or just ask us some questions please drop an email to info@fewdaysin.com and we will be more than happy to talk to you!

Se volete maggiori informazioni o semplicemente farci una domanda mandate una mail a info@fewdaysin.com e saremo felici di rispondervi!

Take care  //  A presto  

xx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inline
Inline